Degrado a via Flavio Stilicone


|
CDQ DON BOSCO
VII MUNICIPIO - ROMA
comitatodonboscoviimunicipio@gmail.com  |

CDQ DON BOSCO
VII MUNICIPIO - ROMA
Vai ai contenuti

Degrado a via Flavio Stilicone

COMITATO DI QUARTIERE
Pubblicato da COMITATO in VIA FLAVIO STILICONE · 19 Maggio 2024
La verità è che ormai i cittadini d questo quartiere danno per scontato che questa situazione di degrado sia la normalità! MA non lo è! E vogliamo ribadirlo a chi ha il dovere di mantenere il quartiere manutenzionarli e pulito!

I residenti di questo quartiere non sono cittadini di serie B e il degrado, la sporcizia, l'abbandono sono la miccia della criminalità!
     

    
Immondizia sparsa ovunque, intorno ai cassonetti di alcune vie di Cinecittà, quadrante est della Capitale. Restano le criticità legate alla mancata raccolta della spazzatura. La sporcizia richiama gli animali: blatte e topi infestano la distesa di sacchetti abbandonati a terra. Alla già precaria situazione igienica si aggiunge l'inciviltà di alcuni. I soliti “furbetti” che hanno preferito lasciare lì anche suppellettili e materassi, invece di andare nei centri di raccolta disponibili.  
“Quando passerà l'Ama a ripulire questo scempio?”, si chiedono i cittadini esasperati.
BASTA!


video ▼




INFO:
Di seguito si elencano le differenti tipologie di segnalazioni in materia di degrado urbano e carenze di pulizia e manutenzione che in prima istanza devono essere segnalate come di seguito indicato:

  • Rifiuti Urbani
 
Per quanto riguarda il ritiro dei rifiuti urbani, il numero, il posizionamento e la manutenzione dei cassonetti, gli esposti vanno indirizzati all’AMA.
In caso di abbandono di rifiuti urbani in area pubblica devono essere contattati i Comandi della Polizia Locale (Municipi di Roma territorialmente competenti).

  • Manutenzione aree verdi pubbliche e private
 
La mancata manutenzione di aree verdi pubbliche deve essere segnalata al Servizio Giardini del proprio Municipio.
La mancata manutenzione di aree verdi private va segnalata ai Comandi di Polizia Locale territorialmente competente e agli Amministratori di condomini e/o Consorzi.

  • Segnalazioni di inadeguata pulizia e manutenzione in aree  private/ Controversie  condominiali
 
Nel caso in cui la richiesta sia valutata di competenza del Servizio di Igiene e Santità Pubblica, personale del suddetto servizio provvederà a dare corso agli atti conseguenti ed eventualmente ad effettuare un sopralluogo. La ASL si riserva di richiedere ai sensi del tariffario regionale  (D.G.R. n. 10740/1995) un versamento per esposti di natura privatistica e condominiale di €77,47. L’intervento della Struttura Complessa Igiene e Sanità Pubblica può essere richiesto quando si evidenzino condizioni di rischio per la salute pubblica e quando la problematica sia di natura sanitaria e di interesse collettivo.

Si escludono interventi del Servizio di Igiene e Sanità Pubblica inerenti situazioni di carattere non sanitario (problemi di incolumità, ordine pubblico, assistenza sociale, disfunzioni di reti fognarie bianche e nere, problemi condominiali e contenziosi tra privati), le quali dovranno essere risolte con appropriati interventi da parte di privati (amministratori o sedi legali) o di altri Enti Pubblici.
 
La segnalazione, qualora rispondente a quanto sopra indicato, potrà essere inviata a protocollo@pec.aslroma1.it

  • Inconvenienti igienico-sanitari alloggi ATER
 
Gli esposti vanno indirizzati a protocollo.ater@cert.aterroma.it

  • Insediamento abusivo su suolo pubblico
 
Gli esposti vanno indirizzati ai Comandi della Polizia Locale territorialmente competenti.

  • Inquinamento acustico (traffico, attività impianti rumorosi, condizionatori, ecc..)
 
Gli esposti devono essere inviati al Dipartimento Tutela  Ambientale U.O. Tutela inquinamento e qualità ambientale e ai Comandi della Polizia Locale (Municipi di Roma territorialmente competenti)

  • Malfunzionamento fognature
 
Gli esposti vanno indirizzati al gestore territorialmente competente (ACEA ATO 2) se riguardano area pubblica o all’amministratore del Condominio se in area privata.

  • Canne fumarie, caldaie e impianti termici annessi ad attività commerciali o civili abitazioni
 
La competenza sanitaria sussiste per gli aspetti di microclima e salubrità interna ai locali ove si effettuano attività di cottura alimenti. L’accertamento dei problemi relativi ad emissioni in atmosfera derivanti dagli impianti di convogliamento ed espulsione di fumi e vapori, la maggior parte dei quali dovuti alla non corretta installazione delle canne esalatrici o fumarie e del rispetto dei regolamenti comunali, condominiali e del codice civile, è di competenza comunale.
La manutenzione di canne fumarie, caldaie e impianti termici in aree private è a carico del proprietario o dell’amministratore del condominio.

  • Presenza roditori, insetti e specie infestanti
 
In aree pubbliche gli esposti vanno indirizzati agli Uffici Municipali territorialmente competenti
In aree private vanno indirizzati all’Amministratore del Condominio e/o proprietari che hanno la responsabilità di affidarsi a ditta specializzata per gli interventi di derattizzazione/disinfestazione.

  • Amianto
 
In aree private è compito dell’amministratore del condominio e/o consorzio rivolgersi a ditte specializzate per gli interventi del caso. Se trattasi di abitazione singola il proprietario dovrà provvedere tramite ditta specializzata. Gli esposti inerenti la presenza di inquinanti ambientali vanno segnalati all'Agenzia Regionale Protezione Ambiente (ARPA)

Per richiedere l'intervento per eventuali situazione di rischio igienico sanitario nella collettività, si deve presentare un esposto/segnalazione scritta, possibilmente utilizzando il modulo apposito.
 
In seguito all'esposto la ASL si attiva per accertare possibili rischi per la salute o richiede l'intervento di altra amministrazione competente per la specifica situazione.
 
È possibile scaricare la modulistica per le segnalazioni nella pagina dedicata: MODULISTICA



1.0 / 5
3 recensioni
0
0
0
0
3

ANNA
21 Mag 2024
Concordo sull'inciviltà di alcuni residenti abusivi ma anche l'AMA non passa. Sto sindaco è un disastro.
MARIA TODARO
19 Mag 2024
Mamma mia che pantecane............
LUCA DESIO
19 Mag 2024
Quello postato non è degrado dei residenti della zona - secondo me - ma valutando un po tutto il contesto lo schifo che viene presentato è causato da gente rozza,incivile, che la parola lavoro non gliel'hanno insegnata neanche alle elementari. Parlo di quei quattro pagliacci che occupano le case e fanno come gli pare per non parlare degli sficati tossici senza arte e ne parte che girovagano come se fossero nello spazio cosmico;luogo dove invece dovrebbero stare......per sempre!!!!.
Obiettivo
Il CdQ Don Bosco è un comitato che opera nel Municipio VII per dare voce alle istanze dei cittadini.
Our Story
Il  nostro Comitato di quartiere è una organizzazione che non ha scopo di lucro o fini economici e siamo apolitici, Ci occupiamo della salvaguardia dei diritti di una porzione di territorio, nella fattispecie il quartiere Don Bosco, in cui sono residenti coloro che lo promuovono.
Contact Us
 In aggiornamento
 comitatodonboscoviimunicipio@gmail.com
 Via Flavio Stilicone 174 Roma
CDQ DON BOSCO VII MUNICIPIO - ROMA -

© 2024 CDQ DON BOSCO. All Rights Reserved. Design by templatewebdesign Privacy |
Torna ai contenuti